Alessandro Riceci attore

Romagnolo di nascita, abbandona la riviera a ventun’anni per diventare attore. Si traferisce a Milano per studiare al Piccolo Teatro dove viene scelto da Strehler nel 1997. Ma poiché Strehler muore e quello non sembra più essere il posto giusto per lui, con un po’ di giovane presunzione, decide di abbandonare il Piccolo per iniziare a lavorare. Entra subito nella compagnia Egumteatro.

Nel 1999 ottiene la menzione speciale della giuria per giovani attori al Premio Hystrio.

 

Continua il suo percorso di formazione seguendo il lavoro di Mamadou Dioume, Nikolaj Karpov, Micheal Margotta, Carmelo Rifici, Doris Hicks.

 

Nel 2000 abbandona Milano per trasferirsi a Roma e viene selezionato per la XI edizione dell'Ecole des Maitres, tenuta dal regista e maestro lituano Eimuntas Nekrosius.

 

Divenuto membro dell’Actor’s Center di Roma, in teatro attraversa la scena indipendente quanto quella istituzionale lavorando tra gli altri con il Teatro dell'Elfo, Marco Bellocchio, Peter Stein, Alexander Popovsky, Fortebraccio Teatro, Gabriele Lavia, Manuela Cherubini, Veronica Cruciani e Fabrizio Arcuri, Giorgina Pi e con il collettivo olandese Wunderbaum Actorsgroup.

 

Parallelamente lavora per il cinema e la televisione con D.Ferrario, M.Martone, P.Greenaway, A.Orlando, L.Bava, A.Longoni, D.Marengo, S.Maja, F.Lozzi, M.Rovere, J.Brunner, T.Aristarco, M.Serafini, M.Soavi e R.Donna, H.Herbots e il premio Oscar P.Sorrentino.

 

È socio fondatore di Artisti 7607.